Sulla storia dell’orchestra

All’imperatore, ai celebri ospiti

Nella seconda metà del XVIII secolo, gli Austriaci iniziarono ad arredare il percorso turistico della miniera. Il valore inestimabile degli storici sotterranei di sale contribuì alla fondazione dell’orchestra dei minatori, chiamata “Musica della Salina”, che doveva rendere le visite ancora più attraenti. L’orchestra accompagnava i visitatori durante la discesa nella miniera, soprattutto i turisti che avevano acquistato gli ingressi più costosi, ovvero quelli per la visita con la I e la II classe di illuminazione. L’orchestra suonava nelle camere Michałowice, Saurau, Dworzec Gołuchowskiego, Józef Piłsudski, Łętów. La sua musica non mancò durante le visite dei capi di stato e nel 1851, in occasione della visita dell’imperatore Francesco Giuseppe I d’Austria, per il quale nella camera Michałowice risuonava l’“Inno dei Popoli” e la “Marcia di Radetzki”

Sotto il cielo

Kopalnia Soli "Wieliczka"Ogni settimana l’orchestra suonava nell’attuale parco di Santa Kinga. Feliks Boczkowski scriveva (1843): Gli abitanti e gli ospiti delle terme si incontrano qua. Quando ci sono tanti ospiti nell’albergo vengono organizzati i balli. Una delle attrazioni più frequenti sono le passeggiate comuni nel parco pubblico chiamato Berntówka [ora il Parco A. Mickiewicz], al ritmo nella musica suonata dall’Orchestra dei minatori. Durante l’occupazione i musicisti dell’orchestra suonavano nel Castello delle Saline, e dopo il 1945 nel parco di Wieliczka.

Signore e Signori, alla mazurca!

Nel passato sul percorso turistico si trovava l’imponente camera Łętów adoperata come sala da ballo. Nel 1869 Aleksander Kisielewski scrisse: „Allo stesso livello si trova la camera chiamata Łętów […] L’abbiamo trovata illuminatissima […] e dappertutto risuonava una vivace mazurca. Presto si sono formate delle coppie […]. La musica degli strumenti a fiato, già molto festosa, rimbombava con mille suoni dalla soffitta dei sotterranei. Non ho sentito simili suoni in vita mia! Della poderosa orchestra della salina scriveva alla fine del XIX secolo anche il settimanale “Il Viandante”. Oggi, i musicisti danno prova delle loro capacità durante concerti per i turisti nella camera “Warszawa”.



Bibliografia

  1. Boczkowski F., O Wieliczce pod względem historyi naturalnej, dziejów i kąpieli, Bochnia 1843, ristampa: Warszawa 1987.
  2. Kisielewski A., Z Krakowa do Gdańska Wisłą. Wspomnienia z podróży z kilkunastoma doborowymi drzeworytami, Lwów 1869.
  3. Markowski I., Wielicka orkiestra salinarna, in: Studia i materiały do dziejów żup solnych w Polsce, Wieliczka 2001, vol. XXI.
  4. Wędrowiec. Pismo Tygodniowe Ilustrowane, Warszawa 1896, nr 2.
 


Il sito internet “Miniera di Sale Wieliczka” utilizza i file cookies che acconsentono e facilitano l’accesso alle sue risorse. Accedendo al sito automaticamente esprimi il tuo consenso all’uso dei file cookies. Le informazioni dettagliate si trovano nelle Restrizioni legali

Non visualizzare più questo messaggio