Cinesiterapia

É uno dei metodi di fisioterapia che per gli scopi terapeutici usa il movimento. Può essere applicata come un’unica forma di base della terapia (p.e. in una terapia conservativa della cura di difetti di statura). La cinesiterapia si unisce spesso con altre forme di cura, incluse quelle di fisioterapia, per aumentare l’effetto terapeutico.

Possiamo distinguere:

  • cinesiterapia di applicazione locale – riguarda direttamente l’organo alterato dalla malattia, 
  • cinesiterapia di applicazione generale – è composta dagli esercizi di parti del corpo non invase dalla malattia, 
  • metodi terapeutici – che hanno come lo scopo prevenire alle alterazioni del sistema nervoso centrale, sistema locomotorio o tutti e due i sistemi contemporaneamente.

Per il paziente

Interventi di cinesiterapia disponibili:
  • lavoro con i metodi: PNF, McKenzie, terapia manuale,
  • taping riabilitativo, sportivo,
  • riabilitazione individuale pneumologica,
  • esercizi individuali con il paziente,
  • esercizi liberi,
  • esercizi attivi in alleggerimento, attivi in alleggerimento con resistenza,
  • esercizi attivi con resistenza,
  • esercizi di auto-appoggio,
  • lezione di attività locomotive,
  • esercizi isometrici,
  • riabilitazione di articolazioni del ginocchio e della spalla.

Informazioni utili

L’effetto di cinesiterapia è:

  • aumento della forza muscolare e diminuzione della tensione alta dei muscoli,
  • miglioramento del raggio di movimenti,
  • miglioramento di facoltà sensitiva profonda,
  • diminuzione di sintomi di dolore,
  • miglioramento di flessibilità e di tensione del tessuto soffice,
  • miglioramento di efficacia circolatoria e respiratoria,
  • aumento di produzione del liquido sinoviale,
  • aumento o diminuzione della pressione sanguigna,
  • intensificazione dei processi metabolici,
  • frenamento di impulsi patologici,
  • migliore guarigione dei tessuti,

Indicazioni

  • malattie e disfunzioni degli organi locomotori in conseguenza di malattie o lesioni,
  • sindromi di dolore della colonna vertebrale,
  • riabilitazione dopo il colpo apoplettico,
  • infarto cardiaco,
  • malattie del sistema respiratorio,
  • malattie reumatiche,
  • nevralgie.

Controindicazioni

  • stato grave generale del paziente,
  • stato febbrile,
  • grave infiammazione di articolazione, di tessuti legati all’articolazione o di muscoli,
  • stato immediatamente dopo una lussazione ed altre lesioni delle articolazioni,
  • la pressione di risposo antispastica oltre 100 battimenti/minuto,
  • stato dopo un intervento chirurgico, prima di rimozione di sutura (consultazione con il medico).



Il sito internet “Miniera di Sale Wieliczka” utilizza i file cookies che acconsentono e facilitano l’accesso alle sue risorse. Accedendo al sito automaticamente esprimi il tuo consenso all’uso dei file cookies. Le informazioni dettagliate si trovano nelle Restrizioni legali

Non visualizzare più questo messaggio